Il cibo del Medioevo


Il cibo del Medioevo

5,00
Prezzo comprensivo di IVA, spedizione esclusa


Nel 1884 Alfredo D'Andrade e i suoi collaboratori, con l'edificazione del Borgo Medievale, vollero dare un "saggio intorno alla vita civile e militare del Piemonte del secolo XV". Non poterono pertanto esimersi dal prestare la propria attenzione all'alimentazione del basso medioevo, come si può notare tuttora visitando il Borgo: vi si trovano, infatti, un forno, una taverna, una cucina (nella Rocca) e la Guida illustrata al castello feudale stampata nel 1884 è ricca di informazioni sull'alimentazione, sui banchetti, sulla cucina del periodo che il Borgo Medievale vuol far rivivere. Le stesse opere riprodotte - non solo gli ambienti e gli oggetti esplicitamente legati al cibo, ma numerosissime testimonianze involontarie, come le formelle, gli affreschi, i mobili - riflettono l'importanza dell'alimentazione nella società medievale: troviamo frequenti raffigurazioni di vegetali e animali che testimoniano il carattere ancora spiccatamente rurale di quest'età. Gli ideatori del Borgo Medievale si preoccuparono anche di divulgare fra il pubblico che affollava gli ambienti dell'esposizione del 1884 i risultati delle proprie ricerchee, tra le varie conferenze che si tennero in tale occasione, quella di Lorenzo Stecchetti fu proprio dedicata a La tavola e la cucina nei secoli XIV e XV. Negli ultimi anni il Borgo Medievale di Torino ha ripreso a coltivare l'interesse dei suoi costruttori ottocenteschi per l'alimentazione nel medioevo con numerose e fortunate iniziative (convegni, cicli di conferenze e di cene, laboratori didattici). È in tale contesto che nasce quest'agile pubblicazione che si propone di offrire un nuovo itinerario tematico attraverso il Borgo e la Rocca alla scoperta del cibo medievale.

Numero pagine: 63

Cerca questa categoria: Libri